Consorzio

Il Consorzio di Rieti è stato istituito con il D.P.R. 1383 del 27 settembre 1965, per effetto della legge n.° 634 del 29.7.57. Nato anche per contrastare lo spopolamento della provincia di Rieti, ha ricercato e favorito l'industrializzazione per sopperire ai limiti dell'economia agricola e silvo-pastorale prevalente nel territorio in quel tempo. La sua istituzione ha effettivamente contribuito ad invertire la tendenza allo spopolamento, divenendo un volano economico rilevante, e apportando nell'area di Rieti-Cittaducale la localizzazione di 240 tra piccole e medie imprese, con circa 5000 addetti. Recentemente, per effetto dell'adeguamento alla legge Regionale 29 maggio 1997, n° 13, ha assunto la denominazione di “Consorzio per lo Sviluppo Industriale per la provincia di Rieti” e, ai sensi dell'art. 36 della legge 317/91, la figura giuridica di ente pubblico economico. Il territorio “originario” del Consorzio si trova tra i comuni di Rieti e Cittaducale alle pendici del monte Terminillo. La sede si trova presso il centro servizi L. Leonardi, struttura di proprietà all'interno del succitato agglomerato industriale. L'esigenza di una stretta ed efficace collaborazione tra gli attori territoriali, imprenditoriali ed istituzionali, si è accentuata con l'avvento della globalizzazione, dove il livello della “competizione” si è spostato sul confronto tra sistemi territoriali. Non esistono imprese competitive senza servizi adeguati, infrastrutture idonee, manodopera qualificata e “concordia sociale”, burocrazia efficiente e supporti all'innovazione.